Google Ads: le parole giuste al momento giusto

Google Ads è la piattaforma pubblicitaria messa a disposizione da Google che permette all’inserzionista di apparire con il proprio sito tra i primi risultati della ricerca.

Qual è la logica con cui viene assegnato il posizionamento dei siti quando cerchiamo un hotel in cui trascorrere le vacanze?
Google determina l’ordine attraverso un algoritmo molto complesso che tiene conto di svariati fattori: qualità delle pagine di destinazione, velocità del sito, contenuti inseriti come testi ed immagini, recensioni e molto altro.

Con Google Ads (e con il giusto budget) possiamo superare i nostri competitors e posizionarci tra i primi risultati, aumentando le possibilità di intercettare gli utenti interessati al nostro servizio.

La ricerca delle parole chiave in Google Ads

La piattaforma permette di realizzare diverse tipologie di campagne adatte a specifici obiettivi, oggi ci soffermeremo su un aspetto molto importante alla base della realizzazione della classica campagna Search: la ricerca delle giuste parole chiave.

Le parole chiave sono i termini di ricerca con cui vogliamo essere trovati dagli utenti.
Se, ad esempio, siamo i proprietari di un ristorante a Vicenza vorremmo che il nostro annuncio sia visibile per le ricerche come “ristorante in centro a Vicenza” oppure “cenare a Vicenza”.

Intercettare le giuste parole chiave però non è sempre così facile e la loro scelta può determinare anche un notevole dispendio di budget.
In alcuni casi le parole possono avere doppi significati, quindi corriamo il rischio di disperdere budget per utenti non interessati.

Se eseguiamo la ricerca “panda” cosa ci può proporre Google?
Probabilmente ci elencherà una serie di siti con offerte per l’acquisto dell’auto Fiat Panda.
Se però stavamo semplicemente cercando informazioni sul panda (animale), un nostro eventuale clic negli annunci dell’auto sarebbe stato inutile.

Ecco perché prima di attivare campagne Google Ads è sempre bene fare una ricerca approfondita sugli intenti di ricerca e sulle parole più utilizzate dagli utenti interessati ad acquistare o a richiedere un servizio.

Parole chiave a coda lunga

Oltre ad un’attenta analisi delle varie sfumature delle parole chiave e lo studio degli intenti di ricerca, è buona pratica valutare l’utilizzo delle così dette “long tail keywords”, ossia parole chiave a coda lunga. Le parole chiave a coda lunga sono un insieme di termini che identificano una ricerca molto specifica.

Torniamo all’esempio del ristorante a Vicenza: si tratta di un locale informale per pasti veloci o per cene a base di pesce? Ovviamente il target e le parole chiave saranno differenti.
Se si trattasse di un locale molto raffinato potremmo utilizzare la parola chiave “ristorante pesce a Vicenza”
Questo ci permetterebbe di evitare il dispendio di budget per chi sta cercando una pizzeria, un pub, una trattoria o un ristorante etnico.
Riuscire ad isolare le giuste parole chiave, specialmente a coda lunga, ci permetterà di intercettare utenti maggiormente interessati al servizio che offriamo, risparmiando quindi budget; allo stesso tempo però limiteremo notevolmente le ricerche più generiche diminuendo il traffico totale al sito.

Uno studio approfondito sulle parole chiave, combinato ad una strategia strutturata, ci permetterà di intercettare le giuste ricerche, tagliare gli sprechi di budget e massimizzare il profitto del nostro investimento all’interno della nostra piattaforma.

Hai bisogno di una consulenza per la stesura di un set di parole chiave?
Contatta i nostri esperti Google Ads, la prima consulenza è gratuita!

Hai voglia di maggiori informazioni per per la stesura di un set di parole chiave? 

Contattaci per fissare un incontro per una prima chiacchierata senza impegno.

Non vediamo l’ora di conoscerti!